Proposta di Convenzione Nice

Premessa

Nice è un programma di potenziamento aziendale innovativo, caratterizzato da un cocktail di servizi che lavorano in armonia tra loro: alcuni incentivano i clienti a fare acquisti, altri svolgono attività di marketing profilato promuovendo offerte e servizi sul territorio.

Il programma, sin dai primi giorni restituisce denaro ai clienti incentivandoli a fare nuovi acquisti presso i negozi convenzionati, ottenendo così una graduale e immediata propulsione alle vendite.

Innovazione ed Evoluzione – punto di forza Nice

È ben risaputo che le persone amano le innovazioni e ne prendono parte in modo attivo, e grazie ad internet queste sono sempre più a portata di mano.

Si è sempre più predisposti ad accettare mezzi di comunicazione di massa come social media, applicazioni (Telegram e WhatsApp), le quali si stanno facendo strada nella vita quotidiana dei clienti che li sentono propri grazie alla creazione di account riservati.

Nice è un digital marketing che ha unito innovazione e tendenza ai bisogni e alle esigenze dei clienti consumatori e degli esercenti

Dinamica del Circuito

Dinamica del circuito

Audio della pagina


  1. Registrazione: il negoziante, nel consegnare lo scontrino/fattura, consegna al cliente una cartolina Nice invitandolo alla registrazione
  2. Crediti: il cliente comunica lo scontrino/fattura di acquisto a Nice e riceve i crediti, Un (1) Euro = un credito
  3. Vantaggi: i crediti (per una comodità di gestione) vengono visualizzati direttamente come:
  • Crediti disponibili, validi per scaricare Regali
  • Cashback Nice, valido per scaricare Buoni SCONTO (valore dei crediti convertito in Cashback)
  • L’uno esclude l’altro
    IL CLIENTE ADERENDO A GOLD, con lo stesso acquisto ottiene
  • Cashback GOLD valido per scaricare Buoni ACQUISTO (B-GOLD)
  • GOLD Day, partecipa al rimborso degli acquisti fino ad un max di tremila (3.000) euro; il rimborso è utilizzabile sotto forma di Buoni ACQUISTO
  • Il Programma Nice ha una capacità di rendimento che spazia dal 3 al 47%; il risultato della crescita è influenzato soprattutto dalla capacità del titolare del punto vendita a coinvolgere i propri clienti. Prima accade, meglio è!
  • I clienti ricevono vantaggi tangibili e immediati dai propri acquisti e iniziano a concentrare gli acquisti nei punti vendita convenzionati.
  • Gli acquisti inviati da App MyNice ottengono un aumento del valore acquistato fino al 100%; la visualizzazione immediata del cashback maturato incentiverà il cliente.
  • Questi, orgoglioso, ne parlerà con amici e familiari e senza rendersene conto diventerà un FAN (attuerà un giro di passaparola, il quale diverrà un grande strumento pubblicitario).
  • GOLD consente un ulteriore ritorno dei clienti nel circuito ed un aumento dello scontrino medio.
  • Il negoziante presente nel punto vendita noterà un coinvolgimento graduale e progressivo del cliente.
  • Il circolo delle vendite si riattiva costantemente grazie al Cashback Nice e Cashback GOLD.
  • Il negoziante penderà atto di aver fatto un buon investimento.

BENEFIT

TUTTI I BENEFIT si OTTENGONO con l’App MyNice

Audio della pagina


  • I Buoni Sconto disponibili fanno parte di un pacchetto predefinito a contratto
  • I Buoni Sconto vengono rimborsati all’esercente senza alcuna trattenuta o commissione
  • I Buoni Acquisto GOLD sono attivabili dal cliente nei punti vendita abilitati a proprio gradimento
  • I Buoni Acquisto GOLD sono illimitati, Nice rimborsa tutti i B-Gold presentati dai clienti
franchising di servizi alle aziende

Nice: un cocktail di strategie in un unico programma che aiutano le Aziende a contenere le spese pubblicitarie e ad aumentare le vendite

Cartolina fronte

Cartolina retro

Cos’è una Convenzione Nice e come presentarla

Cos’è una Convenzione Nice, come presentarla

Cos’è una Convenzione Nice, come presentarla?

Audio della pagina


Il Programma di Potenziamento Aziendale Nice aiuta le aziende ad aumentare le vendite senza l’utilizzo di software o POS da installare o card da consegnare ai clienti.
Il programma lavora costantemente al fine di aumentare le vendite:

  1. Incoraggiare il maggior ritorno del proprio cliente (trasformare il cliente in fan)
  2. Aumento della spesa media

L’interazione con i clienti avviene grazie il cellulare/smartphone attraverso l’App MyNice, WhatsApp ed SMS. I clienti ricevono sul proprio cellulare importanti vantaggi:

  1. I Buoni SCONTO che consentono un risparmio di oltre il 60% sulla spesa quotidiana
  2. GOLD, Rimborsa gli acquisti effettuati fino al 100%,
  3. Offerte e promozioni

Le strategie si canalizzano in due grandi gruppi principali:

  1. Primo gruppo: una serie di strategie restituisce denaro, usando Formé, A&V (Acquista e Vinci) e Buoni Sconto a tagli da cinque (5) a cinquanta (50) euro. Il cliente si presenta presso il punto vendita convenzionato (PVC), acquista ciò che desidera ed ottiene un risparmio tangibile ed immediato sulla spesa effettuata. Il PVC effettua una normale vendita, una parte viene pagata dal cliente alla cassa mentre la parte scontata/risparmiata (Buono Sconto) viene rimborsata da Nice. GOLD, ultimo nato di Nice, ogni quattro/cinque settimane rimborsa i clienti della spesa effettuata fino a un max di euro tremila (3.000) annui per singolo cliente. Questi vengono effettuati sotto forma di Buoni Acquisto attivabili in tempo reale da APP. Questa strategia determina motivazione e passaparola (è risaputo che non c’è pubblicità migliore di quando un cliente parla gratuitamente di un negoziante)
  1. Secondo gruppo: grazie ad una comunicazione in tempo reale attraverso l’app MyNice, WhatsApp ed sms, il marketing pubblicizza prodotti e servizi dei PVC verso i clienti del circuito Nice (database profilato)

Gestione e controllo delle strategie

Le strategie lavorano sul Front-end Marketing e sul Back-end Marketing (attraverso una specifica e ben controllata metodica della comunicazione) determinando nel breve, medio e lungo termine un aumento delle vendite.

Dinamiche di vendita, le argomentazioni



  • Sin dai primi colloqui ci si può trovare davanti a delle argomentazioni
  • Sappiate che una vera argomentazione nasconde diffidenza o dubbi
  • Risolta l’argomentazione si passa alla conclusione

Se non hai risolto l’obiezione è inutile procedere con il dialogo

Quali sono le principali argomentazioni dei clienti?

  1. “Al momento non mi interessa…”
  2. “Mi lasci il suo numerò, la richiamerò…”
  3. “Devo prima parlarne con il mio socio/moglie, le farò sapere…”
  4. “Ci devo pensare…”

Un bravo Agente tratta gli argomenti 

CN - Argomentazioni del 1° punto

Audio della pagina

Argomentazioni del 1° punto, “Al momento non mi interessa…”
(sappiamo che questa non è una vera obiezione, ma nasconde quella vera, quindi dobbiamo far uscire il vero motivo per poter argomentare)

Come trattiamo questo argomento?

  1. “Pensavo che per aumentare le vendite sarebbe interessante…” (guardare il cliente facendo un piccolo sorriso, attendere una risposta…) Se il cliente ritorna sulla stessa risposta, si suggerisce di lasciare il dialogo invitandolo a futuri aggiornamenti. Se invece notiamo un atteggiamento di apertura al dialogo (modifica la risposta), ad esempio “è un momento difficile, ho avuto molte spese e non posso valutare altro…”, a questo punto l’obiezione comincia ad uscire fuori e possiamo tentare un’argomentazione. (come trattiamo l’argomentazione -> punto successivo)
  2. “Infatti, comprendo molto bene quello che dice, ma da quando gestisce questa attività immagino abbia sempre investito e puntato ad una crescita, vero?” (lasciamo spazio per dialogare) Attenzione a non entrare in un’altra argomentazione, i clienti a volte divagano.
    Qui entriamo nell’argomentazione vera e propria: “Io non le chiedo di spendere soldi ma di creare denaro circolante per aumentare le sue entrate. Potrebbe essere interessante…” Portiamo il cliente su un esempio: “Se lei avesse due conti correnti e trasferisce del denaro da un conto all’altro, ovviamente non li spenderebbe, sono sempre suoi, come se li avesse trasferiti da una tasca all’altra. Se adesso lei li trasferisce in Nice (che può considerare come la sua seconda tasca) questo denaro si moltiplica.” A questo punto si può proseguire prendendo il modulo per la tecnica di conclusione e fare un piano personalizzato, come visto al meeting o in affiancamento.
  3. A questo punto portiamo il potenziale cliente a riflettere sui nostri punti di forza della gestione economica, iniziando a operare in Nice a zero euro, comodità di completare il programma in cinque mesi (non usare la parola “pagare”) e sin da subito indirizziamo la sua attività verso una crescita. Il rimborso dei buoni, i richiami di Nice per incentivare gli acquisti (come Formé e Acquista e Vinci), il cashback Gold fanno sì che il cliente non solo aumenti la concentrazione degli acquisti ma tendi ad aumentare la spesa media, trasformando il cliente in fan.
  4. Invitiamo il cliente a rivedere l’aspetto economico: con la nostra tecnica di conclusione invitiamo il cliente a simulare insieme a noi una possibile soluzione per ottenere il programma Nice (se occorre, portiamo esempi di clienti business che hanno fatto ingresso dai cinque ai sette anni prima ed oggi confermano il contratto Nice per i prossimi tre o cinque anni), magari partendo da un primo titolo a 90 giorni per poi continuare con soluzioni a 120 e 150 giorni. È opportuno ricordare che il programma rende da 3 a 47 volte il capitale investito e, se c’è un impegno da parte del cliente, può rendere anche di più.

CN - Argomentazioni del 2° punto

Audio della pagina

Argomentazioni del 2° punto, “Mi lasci il suo numerò, la richiamerò…”

Attenzione a questa risposta, la possibilità che il cliente richiami è 1 su 1000, oppure vuole nascondere un no in modo elegante.

Se analizziamo questa affermazione notiamo che può venire fuori in tre momenti:

  1. Durante la prima parte del dialogo
  2.  Quando un colloquio viene interrotto più volte
  3. Al termine del dialogo

Se invece viene fuori appena accenniamo al PPA (fase iniziale della presentazione) sappiate che il vostro interlocutore sta cercando un presupposto per liquidarvi. Valutate se continuare con questo tipo di cliente…

A che cosa può essere legata questa richiesta:

  • Possibile problema economico, cliente raggirato da altri programmi e quindi impaurito a prendere nuovi impegni
  • Ha avuto un’impressione sbagliata
  • Il proponente (cioè noi) ha sbagliato qualcosa in merito all’atteggiamento/abbigliamento/appuntamento non preso… questi possono essere motivi per i quali il nostro interlocutore vuole liquidarci.

La risposta “Mi lasci il suo numerò, la richiamerò…” spesso nasconde il vero motivo…

  1. Cliente raggirato – questa vera motivazione non può venir fuori. Guardiamo il cliente negli occhi, facciamo un piccolo sorriso dicendo: “Mi dia solo pochi minuti per darle almeno un’idea della nostra proposta”. Se ancora non suscitiamo in lui interesse, salutiamo. Questo è un punto chiave, stabilire se continuare o lasciare.
  2. Dialogo interrotto più volte per circostanze impreviste, uno scarso coinvolgimento del cliente oppure sede del DV inappropriata. Prima di perdere il cliente si suggerisce di interrompersi e fissare un nuovo appuntamento. È consigliato non lasciare il coupon, il cliente potrebbe farsi un’idea sbagliata, le nostre strategie devono essere vendute, non lette.In queste circostanze, quando il cliente capisce che ci stiamo lasciando, può accadere che chieda del costo del programma. Se saprete soddisfare la sua curiosità, non avrete alcuna possibilità di un nuovo appuntamento; anche il valore del contratto deve essere venduto.

    Come gestire la domanda?

  • “Il programma sviluppa denaro circolante tra i clienti consumatori, facendoli risparmiare. Se lei vuole far parte del circuito, anche la sua azienda incasserà gli importi che Nice rimborsa. Sì, c’è un piccolo costo ma le faccio vedere che di fatto a fine contratto non lo pagherà…” A questo punto concludere l’incontro, a meno che il cliente non si dimostra disponibile e aperto ad un dialogo.

          Come chiudere e uscire dalle domande?

  • “La prossima volta che ci vedremo, le farò un piano personalizzato così potrà rendersi conto di come potrà far parte del circuito Nice…”

          Fissare l’appuntamento

  • Usare la tecnica dell’alternativa: “Io nei giorni (…) mi troverò in zona, possiamo vederci per 20 minuti in tal giorno oppure il primo giorno disponibile

CN - Argomentazioni del 3° punto

Audio della pagina

Argomentazioni del 3° punto,

“Devo prima parlarne con il mio socio/moglie, le farò sapere…”
Difficile argomentare su un’affermazione falsa o basata su un nostro errore. Sì, in questo caso è un errore fatto da noi.

Un bravo agente nella fase iniziale della conversazione si documenta con delle domande aperte cercando di capire se l’attività è una ditta uni-personale o una società.
In questi casi si agisce come segue: “Mi sembra di capire che è una società… Quanti soci siete?…”
Per quanto il nostro interlocutore possa essere acuto, non potrà mai vendere il nostro prodotto Nice come noi, ma riferirà ai colleghi/soci accennando a qualche servizio e parlerà solo di soldi visti come spesa e il colloquio sarà perso.

Fissare l’appuntamento con tutti

È importante fissare un appuntamento con tutti i soci in modo da poter spiegare bene la validità del programma e poter rispondere eventualmente a tutti i dubbi e le domande poste.

CN - Argomentazioni del 4° punto

Audio della pagina

Argomentazioni 4° punto, “Ci devo pensare…”

Sappiate che questa argomentazione nasconde dubbi ed è necessario argomentare.
Come gestire la situazione per riportare chiarezza e condurre il cliente verso la conclusione?

L’agente attraverso delle domande deve far uscire la vera argomentazione.

È difficile che le persone ripetano due volte la stessa affermazione, di norma cercano un nuovo modo per spiegare lo stesso concetto e spesso cadono nel dire il verso motivo. A questo punto potrete continuare il DV per cercare di concludere usando un’argomentazione.
Se invece il cliente si ripete, sicuramente non è realmente interessato al programma.

Come procedere in tale situazione?
Se effettivamente la situazione ci fa perdere tempo, chiudiamo il dialogo e lasciamo un biglietto da visita in vista di eventuali futuri contatti.

PS. Sede ottimale per un buon DV: ufficio del titolare oppure uno spazio dove si può dialogare tranquillamente senza interruzioni.

Ciò che non si conosce svuota la mente,

non riempiamola di congiunture.

FORMIAMOCI

Chi ha smesso di imparare ha smesso di vivere

Anthony Robbins

Approfondimento delle strategie

CN - Info sui Programmi che rimborsano soldi

Approfondimenti

Audio della pagina


  • Formé: uno strumento di richiamo dei Clienti, la piattaforma controlla gli ultimi 30 gg se non risultano acquisti invia un messaggio al Cliente: Se vuoi attivare un Buono Sconto del valore euro 10/15 … accedi in APP e attiva subito
  • A&V, Acquista & Vinci: uno strumento di richiamo dei Clienti, la piattaforma controlla gli ultimi 30 gg se non risultano acquisti invia un messaggio al Cliente: Presenta una spesa minima di euro 10 dal….. al…… (circa tre giorni di tempo) e ti rimborsiamo 15 euro da utilizzare come sconto nei tuoi prossimi acquisti.
  • Ricarica di Cashback Nice: il Cliente per ogni acquisto riceve subito una ricarica di denaro da utilizzare come Buono Sconto al raggiungimento di euro 10…

GOLD by Nice

  • Ricarica di Cashback GOLD: il Cliente per ogni acquisto ricevere subito una ricarica base di denaro, da utilizzare come Buono Acquisti al raggiungimento di euro 10…
  • Rimborso GOLD DAY: ogni quattro/cinque settimane rimborsa dal 10 al 100% del valore acquistato (fino ad un massimo di €200 per singolo acquisto) da utilizzare come Buono Acquisti.

Semplicemente sul cellulare

Valori Economici del Contratto

CN - Modalità di pagamento - Testo + Audio

Modalità di pagamento

Audio della pagina

La modalità più sicura è tramite assegno non trasferibile intestato a Nice, tuttavia
i clienti potranno utilizzare i bonifici anziché i titoli bancari.

Acquisizioni contratto con titoli

  • I titoli, da emettere entro cinque mesi dalla data di contratto, devono avere la data del 10 (dieci) del mese.
  • Il saldo del valore del contratto dovrà essere completato entro cinque
    mesi dalla stipula dello stesso.
  • Il contratto può essere inserito anche con il 50% dei titoli pattuiti; i titoli residui (postdatati) andranno ritirati nel giro di trenta giorni.
    Il rimborso dei buoni sconto avviene in due o tre soluzioni, rimborsabili successivamente all’incasso degli ultimi due o tre titoli a saldo del programma.

Acquisizione contratto con bonifico programmato*

  • Il cliente business deve essere informato che il mancato pagamento di un bonifico può comportare difficoltà nella gestione del contratto con riduzione del servizio e disagi al cliente consumatore.
  • Inoltre dovrà essere versato un acconto di importo libero entro due/tre giorni.
  • Il saldo del contratto nei successivi 30/60/90 avverrà tramite bonifici programmati.

*Bonifico programmato: nella fase di esecuzione di un bonifico è possibile inserire una data futura (alcuni circuiti consentono un calendario di 90 giorni, altri ancora di più); per il bonifico programmato la data di programmazione sarà dal primo (1) al cinque (5) del mese.
Il proponente (agente), nei giorni a seguire, ritirerà le copie dei bonifici programmati
e li allegherà al contratto.

IMPORTANTE

  1. In caso di assegni le provvigioni (in unica soluzione) verranno versate al buon fine del primo titolo.
  2. In caso di bonifici, le provvigioni (in unica soluzione) verranno versate
    all’incasso di circa il 50% del valore pattuito.

Esempio di un contratto tipo: Farmacia o Supermercato …. Tipo contratto 10

Valore Nice 3650, Valore GOLD 850, Rimborso Buoni Sconto 900

  • Gestione Titoli, Incassi e Bonifici

  • Gestione Rimborso, Buoni Sconto

A presto e Grazie del tempo che hai dedicato